Montezemolo

Ippocastano – Montezemolo

Nome comune: Ippocastano (Aesculus hippocastanum)
Circonferenza: metri 3,75
Altezza: metri 18
Età presunta: oltre 100 anni
Località: Dopo il bivio per Sale delle Langhe, sulla strada Provinciale 661, in direzione Montezemolo, dopo un’area attrezzata e una chiesetta a sinistra, sulla destra si erge una notevole, antica, casa padronale dove si erge l’ippocastano.

 

 

 

 

 
 
 

Bosco misto – Montezemolo

Nome comune: Biancospini (Crataegus sp.), Noccioli (Corylus avellana), Querce, Ciliegi (Prunus avium), Aceri (Acer campestre), Castagni (Castanea sativa), Pini silvestri (Pinus silvestris), Azzeruoli, Ontani neri (Alnus glutinosa)
Località: Prima di arrivare in paese, di fronte al Cimitero, si imbocca, a sinistra, la strada per Saliceto: a 1Km dal bivio, in una curva (indicazione poco visibile per Area attrezzata) si diparte a sinistra una strada sterrata che in 400 m nel bosco misto con sottobosco di More, Rose selvatiche, Viburno –rosso in autunno- ci conduce all’area attrezzata Vipiana”.

 

 

 

 

 
 

 

Salice – Montezemolo

Nome comune: Salice (Salix alba)
Circonferenza: metri 5,30
Altezza: metri 20
Età presunta: oltre 100 anni
Località: Sulla strada per Saliceto si scende in un ampio pianoro a coltivi circondato da boschi misti; sulla destra  isolato, in un campo, si staglia il gigantesco esemplare.

 

 

 
 
 

Ippocastano – Montezemolo

Nome comune: Ippocastano (Aesculus hippocastanum) 8 esemplari
Circonferenza:
metri 1,60 media
Altezza:
metri 15 media
Età presunta:
inferiore ai 100 anni
Località:
Risaliti sulla Provinciale 661, andando verso l’abitato di Montezemolo, troviamo, sulla sinistra, la chiesa restaurata di S. Benedetto ( sec. XVIII) davanti alla quale svettano gli ippocastani.

 

 

 

 

 

 

Bosco Misto – Montezemolo

Nome comune: Ornielli, Ciliegi, Aceri, Nocciole, Robinie, Abeti rossi, Querce.
Località: Dalla chiesetta si diparte una bella strada in salita che in 1 Km. ca. porta ai ruderi del castello (rimane solo un piccolo spigolo di muro); durante il percorso si possono osservare questi meravigliosi esemplari.

 

 

 

 

 

 

 
 

Parco Sorgenti del Belbo – Montezemolo

Nome comune: Salici (Salix alba), Cerri (Quercus cerri), Roverelle, Faggi (Fagus sylvatica), Ciavardelli (Sorbus torminalis), Castagni (Castanea sativa), Noci (Junglans regia)
Località: Attraversato tutto il centro abitato e lasciata a destra la mieloteca (a luglio la Fiera del Miele) si svolta a sinistra imboccando la vecchia strada per Savona (ex SS 28 bis) ci si trova di fronte una casa gialla sede del Centro Visite del Parco Sorgenti del Belbo dove si può visitare il Percorso delle Erbe Aromatiche e ottenere informazioni  e documentazione.  Percorrendo la strada alberata (19 Frassini centenari) si arriva alle Sorgenti del Belbo (mini area attrezzata e tabellone illustrativo), dove troviamo i sopracitati esemplari.

 

 

 

 

 
 
 

Faggio – Montezemolo

Nome comune: Faggio (Fagus sylvatica)
Circonferenza: metri 2,30
Altezza: metri 16
Età presunta: oltre 100 anni
Località: A fianco del Maneggio, verso il confine tra le province di Cuneo e di Savona.